Nel Porticciolo turistico di Palau, una grande piazza in riva al Mare Mediterraneo, davanti a sette meravigliose isole minori, tra gli alberi di palma e quelli delle barche, si svolgono meravigliosi concerti che regalano la colonna sonora ad uno spazio urbano che diventa un luogo affascinante e tutto da scoprire.

Gli ospiti della I edizione della Festa del Porto

 

 

Sonorità e ritmi cubani con il quintetto Tumbao Achè per la prima “Festa del Porto”.

I Tumbao Achè propongono i brani della tradizione cubana e brani originali di composizione propria.

Yanara Reyes Mcdonald            (voce, contrabbasso)

Salvatore Moraccini    (trombone, cori)

Francesco Mele           (chitarra voce)

Raffaele Mele                      (tres cubano, cori)

Massimiliano Chirigoni   (percussioni)

Dopo una lunghissima attesa sono tornati a suonare a Palau Michele “El Rumbero” con Luis “de l’Alguer”.

Flamenco, rumbas, fandangos, soleares, per la prima “Festa del Porto”.

 

Michele “El Rumbero” (guitara)

Luis “de l’Alguer”      (cantor)

Filastrocche’n’roll: dal blues, al rock, passando per il cha cha cha, il country-western e anche l’hip hop.
Sono filastrocche per fischiettare, canticchiare, ballare, ascoltare, “sfirinsfucchiare”, contare e imparare.

Loro sono Renzo Cugis e Gianfranco Liori e con “Filastrocche’n’roll” sono stati ospiti di Fiorello nella sua “Edicolafiore”, il programma di Radio2!

I Crossroads, la band autoctona che spazia dal blues al rock.

 

Giacomo Leone (chitarra e voce)

Marcello Leone (chitarra e voce)

Antonio Brandano (basso)

Francesco Amadori (batteria)